Militaria Uniformi 3


Stemma dell'Esercito Italiano LE UNIFORMI DELL'ESERCITO

Gradi per controspalline (1945 - 1972)

Ufficiali Generali

Le insegne di grado riportate su questa pagina, rimasero in uso dal 1945 fino ai primi anni settanta. Quando furono introdotte, sostituirono le insegne a galloni portate sui polsini per uniformare i nostri militari a quelli Alleati che portavano i gradi sulle controspalline.
Le insegne utilizzate erano giÓ state in uso in formato diverso negli anni precedenti alla Prima Guerra Mondiale e fino agli anni Trenta.
Gli Ufficiali Generali portavano le stellette d'oro su di una controspallina in tessuto d'argento.

Generale di Brigata Generale di Divisione Generale di Corpo d'Armata Generale di Corpo d'Armata con Incarichi Speciali

Ufficiali Superiori

Gli Ufficiali Superiori, da Maggiore a Colonnello, portavano la controspallina guarnita da una bordatura d'oro.

Maggiore Tenente Colonnello Colonnello Colonnello
(Comandante di Corpo)

Ufficiali Inferiori

Per gli Ufficiali Inferiori la sola differenza apprezzabile era la disposizione delle stellette che, pur rimanendo sull'asse della controspallina venivano applicate sempre centrate rispetto alla controspallina stessa.

Sottotenente Tenente Capitano 1░ Capitano

Sottufficiali

I Sottufficiali, giÓ portavano le loro insegne sulle controspalline o sugli avambracci. Il cambiamento in effetti per loro non ci fu. I nomi dei gradi invece erano differenti da quelli attualmente in uso. Invece delle attuali barrette trasversali, le insegne erano costituite da galloncini d'oro screziati di nero che attraversavano longitudinalmente la controspallina. I Sergenti ed i graduati di truppa portavano i gradi sugli avambracci in posizione mediana fra la spalla ed il gomito.

Maresciallo Ordinario Maresciallo Capo Maresciallo Maggiore Aiutante di Battaglia

 I Gradi per l'Uniforme da Cerimonia

Le insegne di grado portate dagli Ufficiali sulle Uniformi da Cerimonia, seguono, per quanto riguarda il disegno, le insegne in uso dagli anni trenta fino al 1944.
Concettualmente, tali insegne non si discostano da quelle per controspallina; le stellette sono sostituite da barrette e torre e greca, da una barretta pi¨ alta per gli Ufficiali Superiori e da una sezione della greca pi¨ corta per i Generali. Gli Ufficiali Generali portano le insegne di colore argento mentre gli Ufficiali Superiori ed Inferiori hanno il color oro.

Ufficiali Generali

Brigadier Generale Maggior Generale Tenente Generale Tenente Generale con incarichi speciali Generale
Brigadier Generale Maggior Generale Tenente Generale Tenente Generale
con Incarichi Speciali
Generale
(Capo di Stato Maggiore
della Difesa)

Ufficiali Superiori

Maggiore Tenente Colonnello Tenente Colonnello Colonnello
Maggiore Tenente Colonnello Tenente Colonnello con incarico del grado superiore Colonnello Colonnello
con incarichi del grado superiore

Ufficiali Inferiori

Sottotenente Tenente Tenente Capitano
Sottotenente Tenente Tenente Comandante di Reparto Capitano

Marescialli

Maresciallo Maresciallo Ordinario Maresciallo Capo
Maresciallo Maresciallo Ordinario Maresciallo Capo
Primo Maresciallo Primo Maresciallo Luogotenente

Sergenti

Sergente Sergente (Aviotruppe) Sergente Maggiore
Sergente Sergente
(Aviotruppe)
Sergente Maggiore Sergente Maggiore
(Aviotruppe)

 I Gradi su tubolare e per adesivo pettorale

Le insegne di grado vengono indossate su taluni capi di vestiario, non direttamente sulle controspalline, ma su apposite fascette tubolari che si infilano sulle controspalline stesse.
Si tratta dell' impermeabile, del soprabito, delle camicie e del maglione di lana con scollo a "V".
Le insegne sono di plastica colorata, bianca per i Generali, gialla, rossa o nera per gli altri. Di seguito alcuni esempi di tubolari e pettorali.

Soldato  Allievo Ufficiale di Complemento  Allievo Maresciallo del secondo anno  Allievo della Scuola Militare Nunziatella del 3░ anno  Allievo Ufficiale del 1░ anno  Caporalmaggiore delle aviotruppe Caporalmaggiore Capo Scelto 

 

Sergente  Primo Maresciallo Luogotenente  Tenente  Colonnello  Maggior Generale

Sull'Uniforme di Servizio e Combattimento e sulle altre combinazioni relative, si indossano i gradi in plastica colorata su di un supporto di stoffa e velcro.
Recentemente ne Ŕ stata adottata una versione a bassa visibilitÓ da impiegare con la tenuta di combattimento.

1░ Caporalmaggiore   Maresciallo   Sottotenente   Maggiore   Colonnello con incarichi del grado superiore
Sergente Maggiore   Maresciallo Ordinario   Capitano   Tenente Colonnello comandante di reparto   Maggior Generale con incarichi del grado superiore

 per approfondimenti  Esercito Italiano 


Le Mostreggiature

Le mostreggiature individuano l'Arma, SpecialitÓ o Corpo di appartenenza del militare che le indossa e si distinguono fra loro per forma, colore e simboli tradizionali. Sono portate sulla giubba (o sulla camicia quando previsto) dell'Uniforme Ordinaria e di Servizio. Realizzate nel passato in plastica per la truppa e in panno o ricamate per i Quadri, sono attualmente prodotte in metallo smaltato per tutto il personale militare.

Nelle pagine che seguono sono riprodotte e mantenute aggiornate le mostreggiature in vigore.
Quelle non pi¨ in uso sono invece trattate a partire da qui.

Servizio Postale Militare

Le mostreggiature, a seconda della forma, sono dette fiamme ad una punta (o pipe), fiamme a due punte o fiamme a tre punte.

Arma di Artiglieria- Artiglieria fuori corpo Arma di Fanteria - Fanteria fuori corpo Arma di Cavalleria - Cavalleria fuori corpo

Si chiamano "alamari" le mostreggiature rettangolari indossate dai Granatieri e dagli Ufficiali in servizio di Stato Maggiore ed anche quelli a "fiorami" della Banda dell'Esercito.

Granatieri di Sardegna Ufficiali in servizio di Stato Maggiore Banda dell'Esercito

Abbiamo poi mostreggiature rettangolari con i colori tradizionali dei reggimenti di fanteria, con insegne tradizionali (paracadutisti, Cavalleria dell'Aria, Corpo degli Ingegneri). Prendono forma rettangolare le fiamme "sottopannate" come per i reggimenti della B. Granatieri, le truppe Alpine, Aviotrasportate (Paracadutisti) e Corazzate . Su tutte, nella parte bassa, campeggia il simbolo dei militari italiani: la stella ("stelletta") color argento a cinque punte.
Nelle pagine che seguono, troverete, divise per armi e specialitÓ, le mostreggiature dei reparti dell'Esercito. Potete navigare l'intera sezione con le frecce a fondo pagina o, se volete, puntare direttamente ad un'Arma o Corpo, partendo dalle mostreggiature linkate in questa pagina.

 

5░ Reggimento Aosta Paracadutisti
Corpo Sanitario dell'Esercito per truppe da montagna Arma dei Trasporti e materiali - Trasporti e Materiali per B.Granatieri
Cavalleria dell'Aria Corpo degli Ingegneri

 

Arma del Genio - Genio Guastatori per truppe alpine Arma delle Trasmissioni - UnitÓ di Guerra Elettronica

 

 Le Mostreggiature - Arma di Cavalleria

L'Arma di Cavalleria Ŕ stata di recente ridisegnata ed ampliata nel suo ordinamento.
Secondo la pi¨ recente normativa, l'arma di Cavalleria Ŕ suddivisa in Cavalleria di Linea, Reparti Carristi dell'Arma di Cavalleria e Cavalleria dell'Aria. La mostreggiatura delle unitÓ di Cavalleria di linea Ŕ la fiamma a tre punte, arancione per i "fuori corpo" (cioŔ personale non assegnato a reggimenti) e di colore specifico per ciascun reggimento.

Cavalleria fuori corpo

Nizza cavalleria (1░) Piemonte cavalleria (2░) Savoia cavalleria (3░) Genova cavalleria (4░) Lancieri di Novara (5░) Lancieri di Aosta (6░) Lancieri di Montebello (8░) Cavalleggeri Guide (19░)

La componente Carrista assorbe al completo uomini e reparti facenti parte della Fanteria Carrista, giÓ specialitÓ dell'Arma di Fanteria; la specialitÓ dell'Aria invece fa sua l'Aviazione dell'Esercito. Il personale Carrista dell'Arma di Cavalleria, continuerÓ a portare le fiamme rosse a due punte in campo azzurro; nuove insegne per la Cavalleria dell'Aria entreranno in vigore dal 1░ gennaio 2000; la mostreggiatura, riprodotta a fianco di quella attualmente in uso, si compone della fiamma a tre punte arancione su fondo celeste con un aquila d'oro ad ali spiegate, caricata di una fiaccola e poggiata sulla punta delle fiamme.

Reparti Carristi dell'Arma di Cavalleria Cavalleria dell'Aria (dal 1░ gennaio 2000

   Le Mostreggiature - Corpo degli Ingegneri dell'Esercito

Il Corpo degli Ingegneri dell'Esercito, indossa mostreggiature rettangolari nere con bordo d'oro. Il personale addetto alla specialitÓ Armamento, indossa sulla mostreggiatura appena descritta, l'effige della Minerva. La specialitÓ Geografi invece mantiene il fondo nero e la testa della Minerva ma muta in verde la bordatura.

Corpo degli Ingegneri Corpo degli Ingegneri SpecialitÓ Armamento Corpo degli Ingegneri SpecialitÓ Geografi

Le Mostreggiature - Arma delle Trasmissioni

Nata come specialitÓ del Genio, l'Arma delle Trasmissioni veste le fiamme a due punte azzurro elettrico con bordo amaranto.

Trasmissioni

I suoi reggimenti, a seconda della destinazione ad operare in montagna, al seguito di unitÓ paracadutisti o nella B. Granatieri portano il sottopanno relativo: verde per chi opera con gli alpini, azzurro con paracadute ala e gladio per i paracadutisti e scarlatto con alamaro a "doppia T" bianco per la Brigata Granatieri.

Trasmissioni per truppe alpine Trasmissioni per paracadutisti Trasmissioni per B. Granatieri

In tempi recenti, alcune delle unitÓ delle Trasmissioni facenti capo al Comando C4 IEW hanno indossato apposite mostreggiature di forma rettangolare a fondo giallo e azzurro elettrico con, nella parte alta una daga con la lama rivolta verso l'alto e quattro saette che si dipartono dalla crociera.

UnitÓ del Comando C4 IEW

Le Mostreggiature - Arma dei Trasporti e Materiali

L'Arma dei Trasporti e Materiali, veste le insegne di quello che fu il Corpo degli Automobilisti: fiamma nera a due punte su fondo azzurro.

Trasporti e Materiali

La sua mostreggiatura, alla nascita inalterabile, ha trovato diverse soluzioni grafiche e di colore per adattarsi alle insegne tradizionali delle truppe alpine, dei paracadutisti e della Brigata Granatieri.

Trasporti e Materiali per truppe alpine Trasporti e Materiali per paracadutisti Trasporti e Materiali per B. Granatieri

Le Mostreggiature - Corpo Sanitario e di Amministrazione e Commissariato dell'Esercito

Su questa pagina troverete raggruppate le mostreggiature riunite sotto la classifica di Corpi Logistici. Si tratta delle insegne della SanitÓ e dei Veterinari Militari e del Corpo di Amministrazione e Commissariato dell'Esercito

SanitÓ Veterinari Corpo di Amministrazione e Commissariato

Indossano fiamme ad una punta, Amaranto per la SanitÓ, celeste per i veterinari, il Corpo Sanitario dell'Esercito, sottopannate come giÓ pi¨ volte indicato con i colori tipici delle UnitÓ presso cui il personale dei Corpi in argomento presta servizio. Avremo il verde per le truppe alpine, l'azzurro con paracadute ala e gladio per i paracadutisti e, l'alamaro per la Brigata Granatieri. Il Corpo di Amministrazione e Commissariato dell'Esercito invece veste una mostreggiatura unica per tutto il Corpo, rettangolare blu notte, completata nella parte alta da un serto di foglie di alloro dorato e, nella parte bassa, dalla stelletta.

SanitÓ per B. Granatieri SanitÓ per truppe alpine;
SanitÓ per paracadutisti Veterinari per truppe alpine

Le Mostreggiature - Arma del Genio

Come per l'Artiglieria, anche l'Arma del Genio veste la mostreggiatura d'arma senza avere colori specifici per ciascuno dei suoi reggimenti. L'insegna base Ŕ costituita da una fiamma ad una punta nera bordata di cremisi.

Genio

I Guastatori, hanno la loro insegna fin dagli anni settanta, costituita dalla mostrina in formato ridotto dell'Arma poggiata su sfondo bianco e rosso tagliato in diagonale, con il rosso nella metÓ bassa e interna della mostreggiatura; nella parte alta campeggia la granata nera con 5 lingue di fiamma rosse sormontate da un gladio.

Genio guastatori

Insegna che in seguito Ŕ stata inserita sui sottopanni delle truppe alpine, aerotrasportate e della B. Granatieri.

Genio guastatori per truppe alpine Genio guastatori paracadutisti Genio guastatori per B. Granatieri

 Le Mostreggiature - Arma di Artiglieria

L'Arma di Artiglieria, nelle sue specialitÓ terrestre e contraerea, Ŕ caratterizzata dalla fiamma ad una punta nera bordata di giallo. Dal 1░ gennaio 2000 la specialitÓ contraerea vestirÓ una nuova mostreggiatura composta dalla fiamma d'artiglieria ridotta su fondo celeste con l'insegna dei contraerei, due cannoni incrociati color oro sotto un missile bianco. I reggimenti di quest'Arma non hanno mostreggiatura con colori propri; nel passato, la mostrina del reggimento d'artiglieria era sottopannata con i colori della Grande UnitÓ nella quale era inserita.

Artiglieria terrestre fuori corpo Artiglieria Controaerei

Dopo la guerra si Ŕ persa tale consuetudine, ripristinata solo per la Brigata Granatieri, e la gran parte delle unitÓ di Artiglieria hanno indossato la sola fiamma senza colori aggiuntivi. Fanno eccezione quelle unitÓ assegnate a specialitÓ particolari come l'Artiglieria da montagna per le truppe alpine, l'Artiglieria corazzata (dal 1░ gennaio 2000 sarÓ la mostreggiatura dei reggimenti semoventi), l'Artiglieria paracadutisti.

Artiglieria per B. Granatieri Artiglieria da montagna Artiglieria per truppe corazzate Artiglieria Paracadutisti

Di recentissima istituzione, la mostreggiatura del 7░ Reggimento Difesa NBC, composta dalla precedente mostrina delle unitÓ NBC con l'aggiunta della filettatura gialla.

7░ Reggimento Difesa NBC 'Cremona'

 per approfondimenti  Esercito Italiano